Beatrice

Attimi di Arte

Momento Poesia: Jacques Prévert

Jacques_Prévert

L’aprile del 1936 simboleggia un po’ la primavera felice di Jacques Prévert e sua moglie, che si concedono una vacanza in Spagna. Lì lui scriverà sul suo taccuino una breve ma intensa poesia di sei versi dedicata a Jacqueline: “Alicante“; e per la prima volta traspare una completa felicità da una delle sue opere in poesia.

“Un’arancia sulla tavola
il tuo vestito sul tappeto
E nel mio letto tu
Dolce presente del presente
Freschezza della notte
Calore della mia vita.”

Jacques Prévert, ribelle romantico, che leggo e rileggo ogni volta in cui mi sembra che le parole non siano mai abbastanza.
Spesso la distanza tra il pensiero e la parola risulta incolmabile. E’ frustrante, alle volte, e pure parecchio deprimente, rincorrere significati inesistenti.
Quando le parole sono soltanto dei suoni e sarebbe davvero meglio stare zitti tutti quanti perché tutto sembra solo una parafrasi. Ma poi arriva Prévert e la verità è che le parole sono infinite e magiche; magiche come gli animali mitologici in grado di cambiare il loro aspetto.
E noi abbiamo un immenso bisogno di parole e di poesia.

Beatrice Carducci

 

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 6 marzo 2016 da in Arte.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: